De Poli Fabio

header

logo Galleria Capoverso fb

Fabio De Poli / MIXER201120122013  / 11 dicembre 2014  /


depoli invito



Il racconto pittorico di De Poli procede, attraverso un vivace tonalismo e una elegante grafica, verso una meta suggestivamente composita: un gioco ed un sogno, misteriosi e divertenti, dove convergono le suggestioni ed i richiami della Pop Art, di Bacon, del movimento Dada, di Depero, e ancora del Cubismo, di Morandi, Warhol, Lichtenstein. Tarsie di colori accesi e dai contorni evidenti lo rendono subito riconoscibile; un'operazione con mille sfaccettature, molteplici forme e citazioni, l'energia delle campiture piatte dell' Informale e il sofisticato,ricco mondo del cinema e della pubblicità. Frammenti di una realtà osservata con attenzione colta, misurata ed ironica. Il rosso e il grigio scuro, il nero, il giallo, l'azzurro profondo danno impeto e quasi movimento alle figure eccentriche, ai personaggi-fumetto, ai dettagli , agli oggetti più diversi.

Una figurazione astratta ed insieme profondamente legata alla realtà.

Attivo dagli anni Sessanta in esposizioni italiane ed estere, con opere anche di grandi dimensioni, autore di libri di grafica e di illustrazioni per bambini, collages, design d'interni, sculture ( le ultime in lamine di metallo) desidera”mettere in scena opere sottili e robuste”. Utilizza poco i colori ad olio, preferisce gli acrilici, per la possibilità di modificare rapidamente ciò che lo attira e che poi magari non gli interessa più e la tecnica libera del collage. Il suo lavoro trae ispirazione, coglie ,elabora, studia particolari sfumature da Turner, Matisse,Ceroli, Adami, Giacometti, e da Licini, Pozzati, Burri, Fontana, De Chirico, Hopper, Schiele. La sua personale ricerca , però, approda infine ad una creatività ed a un cromatismo originali, densi, coinvolgenti ed emotivi, dissacranti ed insieme poetici.
(S. G.)


depoli 01depoli01depoli02depoli-06